venerdì 30 giugno 2017

COMUNICATO UNITARIO 22 GIUGNO, SEGRETERIE NAZIONALI SLC CGIL FISTEL CISL – UILCOM UIL

Il giorno 22/6 u.s. si è svolto a Roma, presso il MISE, alla presenza del Dott. Castano, delle Segreterie Nazionali e delle RSU di Italiaonline, di Consodata e di Prontoseat, l’incontro richiesto dalle OO.SS. di SLC CGIL, FISTel CISL e UILCOM UIL.

L’oggetto della richiesta è stata una verifica dello stato di avanzamento e di applicazione dell’accordo siglato tra le parti il 14/12 u.s., con la presenza del suddetto Ministero.

Unitariamente è stato premesso e sottolineato che nessuno ha richiesto l’incontro o si è presentato presso tale Istituzione per disdire l’accordo dello scorso dicembre né tantomeno per rimetterlo in discussione.

Inoltre e’ stato evidenziato che rispetto all’ultimo incontro avvenuto tra le parti ad Assago il 19/4 u.s., alla presenza dell’A.D. Dott. Converti, sono intervenuti dei fatti che non possono essere sottaciuti, né si possono facilmente ignorare ai fini dell’applicazione dell’accordo.

Il primo riguarda la distribuzione di un dividendo straordinario di circa 80 mln di euro, la cui opportunità, visto l’accordo sottoscritto a dicembre scorso, che ricordiamo vede 610 persone in cassa integrazione, potrebbe essere considerato, anche in termini industriali, al limite dell’etica e della morale.

Il secondo fa riferimento all’introduzione del quinquennio mobile per l’utilizzo degli ammortizzatori sociali del settore a partire dall’1/1/2018; cosa che preoccupa moltissimo le rappresentanze sindacali ed ovviamente i lavoratori interessati.

In relazione a tutti questi elementi, allo stato di riorganizzazione del gruppo ed alle future scadenze le OO.SS. hanno richiesto unitariamente di rivedere le numeriche dell’accordo sottoscritto per quanto riguarda le unità interessate alla formazione/riqualificazione, alla necessità di un maggior numero di rientri di unità di CIGS a zero ore, una nuova campagna di esodi incentivati ed il perseguimento di un accordo di armonizzazione che non può prevedere ulteriori saving per i soli lavoratori e lavoratrici.

Le risposte aziendali non sono state affatto esaustive anzi, provocatorie quando è stato sottolineato che l’azienda in questo momento era in “credito” rispetto all’accordo di dicembre. A questo aggiungiamo con molta preoccupazione sia l’andamento negativo dei risultati economici dell’azienda e sia l’evoluzione con la recente richiesta di modica della Legge 416 a partire dal 1/1/2018.

Si aggiunge un terzo drammatico tema che riguarda la vicenda di CONSODATA Roma, sulla quale il
management Italiaonline ha preso una posizione al fine di perseguire un ulteriore risparmio sul costo del lavoro, disponendo una procedura di trasferimento collettivo di tutto il personale della sede di Roma presso Assago, all’indomani della fine del biennio di cassa integrazione.

Nonostante le azioni di protesta avvenute al MISE, la drammaticità per le lavoratrici ed i lavoratori e le famiglie da questi rappresentati, il giorno successivo nel corso dell’incontro tenutosi presso la sede di Consodata a Roma tra i vertici aziendali e le Segreterie Nazionali, l’azienda ha ribadito la necessità di perseguire nella propria decisione, accettando solamente di posporre la decorrenza dell’effettivo trasferimento al 28/8 p.v.

Le OO.SS. hanno apprezzato la volontà del MISE di farsi da garante della prosecuzione dei temi sopra indicati e rispetto ad una situazione di relazioni industriali inesistenti e che possano civilmente riaprirsi per riaffrontare i temi che in questi mesi sono stati oggetto di attenzione e che non hanno trovato risposta alcuna.

In tal senso il MISE ha indicato la volontà di riconvocare le parti nella seconda metà di settembre al fine di traguardare la scadenza dell’accordo in essere (giugno 2018) avendo applicato tutti i correttivi necessari atti a non generare ulteriori situazioni di allarme sociale.

LE SEGRETERIE NAZIONALI

SLC-CGIL FISTEL-CISL UILCOM-UIL

mercoledì 3 maggio 2017

COMUNICATO RSU ITALIAONLINE ASSAGO - Sciopero del 27.04.2017




COMUNICATO RSU ITALIAONLINE ASSAGO


Cari lavoratori e lavoratrici,

Ringraziamo tutti coloro che hanno voluto aderire alle iniziative sindacali della giornata del 27 Aprile, nonostante siano state organizzate con poco preavviso e nonostante le avverse condizioni atmosferiche.

Nel corso del presidio davanti alla sede dell’assemblea degli Azionisti Italiaonline, grazie alla disponibilità del Prof. D’Atri, rappresentante dei piccoli azionisti risparmio, abbiamo avuto l’opportunità di sottoporre all’assemblea stessa l’opinione dei lavoratori e dei loro rappresentanti sindacali sull’intera questione della distribuzione del dividendo straordinario proposto dagli azionisti di maggioranza.

Una nostra rappresentante, in delega delle tre sigle sindacali territoriali, ha potuto ribadire, ancora una volta, che siamo molto preoccupati per il nostro futuro e per il futuro dell’azienda. Riteniamo inopportuna, sia moralmente sia a livello industriale, la decisione degli azionisti di richiedere la distribuzione del dividendo straordinario, visto il sacrificio che stanno facendo i lavoratori e le lavoratrici attualmente in cassa integrazione straordinaria a zero ore e a rotazione (4 giorni al mese). Temiamo che ridurre così pesantemente le riserve finanziarie oggi, possa obbligare l’azienda a ricorre in futuro a prestiti bancari e quindi ad indebitarsi, per poter sviluppare i piani di investimenti promessi, investimenti che riteniamo indispensabili per rilanciare questa azienda in cui continuiamo a credere.

Per tutti questi motivi, invitiamo ancora una volta l’azienda ad una scelta coraggiosa, chiediamo che venga bloccata questa operazione sul dividendo sia per evitare un film già vissuto in passato dai lavoratori e dalle lavoratrici ai tempi della distribuzione del maxidividendo SEAT Pagine Gialle, sia per consentire il rapido rilancio di questa storica azienda.

Attendiamo ora la data del prossimo incontro al Ministero dello Sviluppo Economico, dove porteremo le nostre istanze.


Grazie per l’attenzione
Le RSU Italiaonline Assago

mercoledì 26 aprile 2017

COMUNICATO RSU ITALIAONLINE ASSAGO - MODALITA' SCIOPERO




COMUNICATO RSU ITALIAONLINE ASSAGO

In relazione al comunicato nazionale, relativo alla proclamazione dello sciopero generale dei lavoratori Italionline per il giorno 27 c.m., precisiamo che le modalità di astensione dall’orario di lavoro previste per la sede di Assago saranno:

  • dalle ore 14.00 alle ore 15.30 - Assemblea dei
  • Lavoratori (ritrovo davanti all’Uci Cinema alle ore 14.00)
  • dalle ore 15.30 fino a termine orario di lavoro -
  • Sciopero con presidio (fino alle 18.00).

In questo importante momento, auspichiamo la
massima partecipazione.


Le RSU Italiaonline Assago e p.Le Segreterie Territoriali
SLC-CGIL             FISTel-CISL             UILCOM-UIL
M.Colombi                 S.Sharif                    R.Moneta
R.Fonzo                                                     F.Mattone
F.Curti                                                        D.Valente




COMUNICATO RSU ITALIAONLINE ASSAGO - ASSEMBLEA RETRIBUITA




COMUNICATO RSU ITALIAONLINE ASSAGO

A seguito all'incontro che si è tenuto Mercoledì 19 Aprile presso la sede di Assago in cui era presente anche l'Amministratore Delegato, vi informiamo che Giovedì 27 Aprile 2017 alle ore 14.00, si terrà un'assemblea unitaria per tutti i lavoratori, con il seguente ordine del giorno:

·       Informativa su incontro del 19 Aprile 2017
·       Varie ed eventuali

Avvisiamo i lavoratori che il ritrovo iniziale si effettuerà di fronte all’ Uci Cinema

Auspichiamo la massima partecipazione.


Le RSU Italiaonline Assago e p.Le Segreterie Territoriali
SLC-CGIL             FISTel-CISL             UILCOM-UIL
M.Colombi                 S.Sharif                    R.Moneta
R.Fonzo                                                     F.Mattone
F.Curti                                                        D.Valente



venerdì 21 aprile 2017

COMUNICATO 21 APRILE, SEGRETERIE NAZIONALI SLC CGIL – FISTEL CISL – UILCOM UIL

Il 19 aprile u.s. si è svolto ad ASSAGO (MI) l'incontro con l'Amministratore Delegato di Italiaonline.
Nell'incontro, alla presenza delle Strutture Nazionali, Regionali e della RSU, sono state illustrate le linee guida 2017. 
Nulla di nuovo rispetto ai dati economici già palesati dai documenti ufficiali dell'azienda con l'aggiunta della proposizione di investimenti pari circa a 23,2 milioni di Euro, non dettagliati in termini di interventi ma solo in aree: 10,7 mln investimenti correnti, 11,2 mln sviluppo ed 1,3 mln straordinari.
Illustrate le riduzioni di costi sia industriali (legata anche alla diminuzione dei ricavi), commerciali, generali e dei costi del lavoro.
L'AD ha dichiarato come necessaria una ulteriore riduzione dei costi pari al 30%.
Prospetticamente ci si attende, una ulteriore diminuzione di ricavi dalla carta, un mantenimento dei ricavi da digitale. Di fatto i ricavi core sono diminuiti del 13,5%, con un dettaglio di meno 10% del print e del 10% del digital.
È stato evidenziato un rapporto ricavi dipendenti pari a 160, considerato dall'azienda ancora troppo basso.

Per parte sindacale abbiamo sottolineato come questo ultimo dato non possa essere valutato e migliorato se non puntando ad un significativo incremento dei ricavi.
Abbiamo poi ribadito con estrema fermezza come l’applicazione dell'accordo sottoscritto a Dicembre scorso abbia creato dei significativi problemi di ordine organizzativo e quindi inciso sulla produttività, per questa condizione di “sofferenza” i lavoratori devono essere maggiormente coinvolti recuperando le importanti professionalità presenti in azienda.
E’ stato chiesto dalle OO.SS un maggior dettaglio rispetto alle voci di investimento, senza ottenere risposte soddisfacenti, e posto il tema, per noi dirimente, delle motivazioni che hanno generato la richiesta di erogazione per un extra dividendo pari ad 80 milioni, evidenziando che i dati dell'azienda e le liquidità di cassa, consiglierebbero di evitare tale elargizione utilizzando invece le liquidità disponibili per investimenti industriali ed a tutela del perimetro occupazionale.
L'AD ha risposto in tal senso che le aziende non debbano avere liquidità eccessive e, dati i tassi di interessi, possono persino indebitarsi almeno per un importo pari all'ebidta, su tale dichiarazione esterniamo forti dubbi in merito.
Infine abbiamo chiesto chiarimenti rispetto alle aziende controllate del gruppo. La risposta dell’azienda è stata che si prevedono investimenti sia su Prontoseat che su Consodata sulle quali ci saranno a breve incontri specifici.
Sul tema dell'applicazione dell'accordo di Dicembre sono state nuovamente aggiornate le comunicazioni relative ai dati del personale in cassa integrazione, sugli esodi incentivati, sui rientri previsti per il 3 di aprile.
Rimane il tema della armonizzazione contrattuale e del secondo livello che, ad avviso delle organizzazioni sindacali, non può vedere ulteriori penalizzazioni dei lavoratori.
La parte sindacale, visto che il CDA ha comunque inserito nell'organizzazione dell'assemblea del 27/4 la decisione sull'erogazione del dividendo, chiederà un incontro di verifica al Ministero dello sviluppo economico – MISE - rispetto all’accordo sindacale vigente.

Le OO.SS. nazionali, in concomitanza con la prevista riunione del CDA del 27/4, dichiarano uno sciopero nazionale a partire dalle ore 15.30 fino a termine orario di lavoro per evidenziare la loro totale contrarietà alla eventuale decisione che l’assemblea prenderà in merito all’erogazione del dividendo.
Le modalità di svolgimento dello sciopero saranno decise a livello territoriale dalle strutture sindacali in accordo con le RSU. 


Le SEGRETERIE NAZIONALI
   SLC CGIL – FISTEL CISL – UILCOM UIL

martedì 11 aprile 2017

COMUNICATO RSU SLC-CGIL DEL 11 Aprile 2017

Nella giornata di ieri 10/4 si è svolto il previsto incontro tra OO.SS e Azienda presso l' Unione Industriali di Torino.
L'oggetto dell'incontro era il prosieguo del confronto sull'armonizzazione. In realtà si è affrontato in primis il tema relativo alla richiesta degli azionisti di erogazione di dividendo straordinario, pur non essendo evidentemente quella la sede preposta.
Come già evidenziato nel precedente comunicato SLC CGIL le nostre perplessità sulla predetta richiesta sono state nuovamente declinate. 
Ciò in particolare alla luce delle richieste aziendali di procedere ad una armonizzazione contrattuale di primo e secondo livello a costo zero per l'azienda. È evidente e ampiamente dichiarato da SLC che non possono essere perseguiti ulteriori "saving" con lo strumento dell'armonizzazione.
Ci preme sottolineare che nuovamente la segreteria slc ha ribadito come, in ottemperanza al testo unico del 10 Gennaio, l'armonizzazione di secondo livello sia di stretta competenza delle RSU elette.
A ciò si sono aggiunte le ferme rimostranze della SLC rispetto alla mancanza visibile di investimenti, alla indisponibilità aziendale di accoglimento di richieste volontarie di esodi incentivati, alla posizione tenuta dall'azienda rispetto al prestito erogato ai dipendenti.
È evidente che lo stato della trattativa ed il tenore delle risposte aziendali non consentivano ieri un proficuo svolgimento dei lavori.
Troppe le incongruenze di parte aziendale e le rigidità di posizioni.
Per questo motivo la nostra organizzazione ha deciso, congiuntamente alle RSU elette nelle liste CGIL, di sospendere l'incontro, auspicando che l'incontro previsto del 19/4 con l' Amministratore Delegato riporti il confronto ad un livello di maggiore e proficua correttezza.
In questo senso è stato tema di discussione anche la composizione della delegazione che presenzierà all'incontro con l'AD che, a nostro avviso, prevede la presenza delle RSU aziendali.

Segreteria Nazionale Produzione Multimediale

venerdì 7 aprile 2017

COMUNICATO ITALIAONLINE UILCOM-FISTEL DEL 07-04-17

COMUNICATO ITALIAONLINE UILCOM-FISTEL


Partiamo da lontano ma ci sembra utile ripercorrere velocemente alcuni accadimenti che hanno fortemente contraddistinto i percorsi relazionali con ITALIAONLINE.
Il 14 dicembre a Roma abbiamo, presso il Ministero dello Sviluppo Economico - MISE, sottoscritto unitariamente un accordo accompagnato da un verbale ministeriale e definito con l’azienda anche un ulteriore accordo per attutire l’impatto economico derivante dalla sospensione in CIGS a zero.
Il tutto per cercare di difendere i livelli occupazionali, in un contesto di mercato difficile dove le linee di business, in particolare per la ex SEAT PG, sono drasticamente cambiate ed alla luce anche di una complicata integrazione tra due realtà industriali, molto diverse tra loro.
UILCOM e FISTEL avevano ribadito la necessità, nell’arco di piano, di gestire fattivamente l’integrazione delle due aziende ed i suoi processi organizzativi aumentando significativamente i ricavi per articolare e sviluppare positivamente quel piano industriale, sfidante ed estremamente complesso, che l’azionista di riferimento vuole attuare.
Notizia di ieri evidenzia che i soci/azionisti titolari dell' 88,921% del capitale sociale di Italionline hanno presentato una richiesta d’integrazione all'ordine del giorno dell’Assemblea degli Azionisti convocata per il 27 aprile 2017 per trattare un nuovo argomento: “Distribuzione di parte delle riserve distribuibili risultanti dal Bilancio d'esercizio di Italiaonline S.p.A. chiuso al 31 dicembre 2016 attraverso il pagamento agli azionisti di un dividendo straordinario complessivo di Euro 79.419.475,38 ossia pari a lordi Euro 0,692, per ciascuna delle n. 114.761.225 azioni ordinarie e per ciascuna delle 6.803 azioni di risparmio".
Inoltre gli Azionisti hanno richiesto di mettere in pagamento il predetto dividendo straordinario in data 10 maggio 2017, con stacco cedola l'8 maggio 2017 e record date il 9 maggio 2017. Ci preme sottolinare che attualmente circa 600 lavoratori usufruiscono di ammortizzatori sociali pagati dalla collettività, mentre si palesa una eventuale distribuzione di ricchezza agli azionisti, che hanno utilizzato questo strumento dello STATO per abbattere significativamente i costi del lavoro!
La parti sociali per il 19 aprile hanno precedentemente “calendarizzato” un importante incontro con l’azienda per verificare l’andamento del piano industriale dove sarà presente l’Amministratore delegato. E’ un rilevante impegno, previsto dagli accordi sindacali in essere, che alla luce di questa notizia diventa fondamentale!
In quella sede chiederemo con estrema determinazione all’AD cosa significhi questa azione dei soci, evidenziando già da ora che, se la discontinuità positiva registrata sugli “economics” dell’azienda, assolutamente necessaria per perseguire gli ambiziosi piani di crescita e sviluppo, verrà tramutata in un “bancomat” per gli azionisti di ITALIAONLINE, tale situazione troverà una durissima contrapposizione da parte delle scriventi Organizzazioni sindacali.
Lo sforzo immenso e per molti dolorosissimo che le lavoratrici ed i lavoratori hanno accettato di fare non può e NON deve essere vanificato!


#VOGLIAMOCAPIREBENE !

Roma, 7 aprile 2017

Le Segreterie Nazionali
FISTEL CISL – UILCOM UIL